I cambiamenti cerebrali che avvengono con l’età sonoconfermati dalle più attuali ricerche scientifiche, ma esistono dei metodi allaportata di tutti per limitare questo naturale processo e permettere uneccellente passare del tempo, secondo una ricerca dell’università inglese diHarvard di gennaio 2019 https://www.health.harvard.edu/mind-and-mood/12-ways-to-keep-your-brain-young i 12 passi fondamentali sono:

1)Stimolazione mentale

Attraverso la ricerca eseguita con topi e umani, gliscienziati hanno scoperto che le attività cerebrali stimolano nuove connessionitra le cellule nervose e possono persino aiutare il cervello a generare nuovecellule, sviluppando “plasticità” neurologica e costruendo unariserva funzionale che fornisce una copertura contro la futura perditacellulare.

Qualsiasi attività di stimolazione mentale può aiutare acostruire il cervello. Leggere, seguire corsi, enigmistica e parole crociate oproblemi di matematica, oltre che il lavoro manuale, come ad esempio disegnare,dipingere ed altro. Sperimentare queste attività richiede sforzo mentale equindi ha una azione positiva sulla stimolazione.

2. Esercizio fisico

La ricerca dimostra che anche l’utilizzo dei muscoli aiutaanche la mente. Gli animali che esercitano regolarmente il proprio apparatomuscolare aumentano il numero di minuscoli vasi sanguigni che portano sanguericco di ossigeno alla regione del cervello responsabile del pensiero.L’esercizio stimola anche lo sviluppo di nuove cellule nervose e aumenta leconnessioni tra le cellule cerebrali (sinapsi). Ciò si traduce in cervelli piùefficienti, plastici e adattivi, che si traducono in prestazioni migliori neglianimali anziani. L’attività fisica riduce anche la pressione sanguigna,migliora i livelli di colesterolo, aiuta l’equilibrio di zucchero nel sangue eriduce lo stress mentale, il che può aiutare sia il cervello che il cuore.

3. Migliora la dieta

Una buona alimentazione può aiutare la tua mente e il tuocorpo. Ad esempio, le persone che seguono una dieta in stile mediterraneo cheenfatizza frutta, verdura, pesce, noci, oli insaturi (olio di oliva) e fontivegetali di proteine hanno meno probabilità di sviluppare disturbi cognitivie demenza.

4. Migliora la tua pressione sanguigna

L’ipertensione spesso presente nella mezza età aumenta ilrischio di declino cognitivo in età avanzata. Grazie all’esercizio fisico, unabuona alimentazione e tenere sotto controllo il peso è possibile controllare lapressione sanguigna. Anche in questo ambito il controllo e la gestione dellostress gioca un ruolo chiave.

5. Migliora il livello di zucchero nel sangue

Il diabete è un importante fattore di rischio per lademenza. E’ possibile prevenire il diabete mangiando bene, ed esercitando regolarmenteattività fisica.

6. Tieni sotto controllo il colesterolo

Alti livelli di colesterolo LDL (“cattivo”) sonoassociati ad un aumento del rischio di demenza. Dieta, esercizio fisico,controllo del peso ed evitamento del tabacco contribuiranno notevolmente amigliorare i livelli di colesterolo.

7. Considera l’aspirina a basso dosaggio, dopo consulto medico

Alcuni studi osservazionali suggeriscono che l’aspirina abasso dosaggio può ridurre il rischio di demenza, in particolare la demenza vascolare.

8. Evita il tabacco

Evitare il tabacco in tutte le sue forme.

9. Non abusare di alcol

Bere eccessivamente è un importante fattore di rischio per la demenza.

10. Cura le tue emozioni

Le persone che sono ansiose, depresse, private del sonno o stanchetendono ad avere un punteggio scarso nei test di funzionalità cognitiva. Ipunteggi mediocri non prevedono necessariamente un aumento del rischio dideclino cognitivo in età avanzata, ma una buona salute mentale e un sonnoriposante sono certamente obiettivi importanti.

11. Proteggi la testa

Lesioni alla testa da moderate a gravi, anche senzacommozioni diagnosticate, aumentano il rischio di compromissione cognitiva.

12. Costruisci reti sociali

I forti legami sociali sono stati associati a un minorrischio di demenza, oltre a una pressione sanguigna più bassa e una maggioreaspettativa di vita.


0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.